In data 20 dicembre 2017 sono state pubblicate le nuove Linee guida in materia di pubblicità sanitaria dei dispositivi medici, dei dispositivi medico-sanitari in vitro e dei presidi medico-chirurgici, che vanno ad integrare ed aggiornare le precedenti linee guida, pubblicate nel marzo 2013.

Le principali novità introdotte concernono la pubblicità dei dispositivi medici effettuata via internet e sui social network. Ad esempio:

  • viene precisata la possibilità per le imprese di pubblicizzare i prodotti in questione anche su siti web non di proprietà aziendale, i quali devono, tuttavia, avere ottenuto la preventiva autorizzazione del Ministero della Salute;
  • è disciplinata la diffusione di messaggi pubblicitari su Facebook, con la previsione di una serie di condizioni e limiti, tra cui la disattivazione della possibilità per gli utenti di commentare i relativi post e di apporvi “like”, il divieto di pubblicazione del messaggio sulla pagina Facebook aziendale ed una serie di prescrizioni concernenti l’utilizzo della colonna destra del “wall”;
  • è esclusa la possibilità di pubblicità di dispositivi medici su Instagram, se non nella sezione dedicata alle “Storie”, ove è preclusa agli utenti la possibilità sia di condividere il relativo contenuto, sia di lasciare commenti visionabili da altri;
  • è prevista una specifica disciplina della pubblicità su canali Youtube.

Viene, inoltre, per la prima volta consentita, con alcuni limiti, la diffusione di messaggi pubblicitari autorizzati mediante l’utilizzo di SMS.

A fronte di tali non secondarie novità, le aziende di settore dovranno, dunque, attentamente ripensare e rivedere i propri modelli di prassi pubblicitaria, anche al fine di sfruttare appieno le nuove possibilità previste dalle recenti linee guida.