L’ultimo fascicolo della rivista “Giurisprudenza Italiana” (fascicolo n. 7/2019) ospita un’ampia sezione monografica dedicata al tema “Intelligenza Artificiale e diritto”, curata dal Prof. Ruffolo e dal Prof. Enrico Gabrielli (ordinario all’Università di Roma - Tor Vergata).

I saggi che compongono la sezione monografica tracciano un quadro completo e dettagliato delle emergenti problematiche di mediazione giuridica poste dalle varie forme di applicazione dell’Intelligenza Artificiale nei più diversi settori: dalle responsabilità connesse alla produzione o all’utilizzo di beni “intelligenti” (sino alla responsabilità “da algoritmo”) alle questioni di diritto amministrativo e tributario; dalle problematiche di tutela dei dati personali e del diritto d’autore a quelle degli smart contract, sino ai “nuovi diritti della persona” ed agli interrogativi in materia di “personalità elettronica”.

In particolare, il Prof. Ruffolo è autore e/o coautore di tre saggi. Il primo saggio, dal titolo “Intelligenza Artificiale, machine learning e responsabilità da algoritmo”, vaglia i nuovi problemi di responsabilità posti da Intelligenza Artificiale, machine learning, deep learning, reti neurali e algoritmi d’apprendimento. Il saggio “Autonomous vehicles e responsabilità nel nostro sistema ed in quello statunitense” (Ruffolo-Al Mureden) traccia una proposta interpretativa per dare adeguata mediazione giuridica ai dilemmi etici del settore dello “smart automotive”. Il contributo “Intelligenza Artificiale e diritti della persona: le frontiere del ‘transumanesimo’” (Ruffolo-Amidei) tratta, invece, le complesse problematiche, giuridiche ed etiche, relative alle nuove forme di combinazione di Intelligenza Artificiale, biotecnologie, scienze mediche ed ingegneria genetica, che costituiscono la via verso lo human enhancement.

L’Avv. Andrea Amidei, dello Studio Ruffolo, è autore del saggio “Intelligenza Artificiale e product liability: sviluppi del diritto dell’Unione Europea”, dedicato alle problematiche di responsabilità da prodotto difettoso connesse all’impiego dell’A.I. ed agli orientamenti del diritto eurounitario sul tema.

Accanto ai suddetti saggi, figurano i contributi firmati da autorevoli studiosi: Prof.ssa Giusella Finocchiaro (ordinario all’Università di Bologna), Prof. Francesco Di Giovanni (ordinario all’Università di Bari), Prof.ssa Maria Costanza (ordinario all’Università di Pavia), Prof. Enrico Al Mureden (ordinario all’Università di Bologna), Prof.ssa Marialuisa Gambini (ordinario all’Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara), Avv. Marilù Capparelli (Legal Director EMEA di Google), Prof. Alberto Maria Gambino (ordinario all’Università Europea di Roma), Prof. Antonio Uricchio (già Magnifico Rettore dell’Università di Bari), Prof. Eugenio Picozza (ordinario all’Università di Roma - Tor Vergata), Dott. Roberto Bichi (Presidente del Tribunale di Milano).